skip to Main Content

Bioeconomy Rome 2013: premiati 6 giovani ricercatori

Bioeconomy Rome 2013: Premiati 6 Giovani Ricercatori

In occasione della III edizione del Bioeconomy Rome International Conference, il CNCCS, costituito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e da IRBM SpA di Piero Di Lorenzo, ha istituito 6 premi di 10.000 dollari destinati a promuovere l’eccellenza scientifica di giovani ricercatori/innovatori nel campo di: “Nuovi approcci di medicina traslazionale applicati alle malattie neurodegenerative”.

L’evento si è svolto in due giornate e ha riunito alcuni tra i migliori scienziati al mondo del settore, i rappresentanti più autorevoli delle Istituzioni pubbliche nazionali ed internazionali, ed imprenditori di rilievo del campo farmaceutico, per favorire una discussione sulla medicina traslazionale e sul rapporto tra economia, politica e ricerca.

La prima giornata, incentrata sull’approfondimento scientifico, nella quale sono intervenuti personaggi illustri a livello internazionale del mondo accademico, delle fondazioni per la ricerca e dell’industria farmaceutica, si è svolta nell’Auditorium dell’IRBM SpA di Pomezia.
I lavori hanno affrontato il tema del miglioramento della vita del paziente affetto da patologie neurodegenerative attraverso nuovi approcci diagnostici e terapeutici in grado di modificare il decorso della malattia o di rallentarne la progressione.
È apparso possibile raggiungere tale obbiettivo solo attraverso un approccio traslazionale che veda come punto di partenza del processo di Ricerca e Sviluppo del farmaco la modulazione dei meccanismi cellulari alla base delle patologoie neurodegenerative rilevanti a livello clinico.

La seconda giornata invece, è stata dedicata alla premiazione di sei giovani ricercatori, selezionati da una Giuria internazionale composta da illustri scienziati provenienti dall’accademia e dall’industria e presieduta dal Premio Nobel per la Medicina Tim Hunt, a cui sono stati consegnati i premi. La cerimonia di premiazione si è svolta presso l’Accademia Nazionale dei Lincei a Roma.

“Ringrazio il Presidente di IRBM SpA Piero Di Lorenzo – ha detto il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci, durante il suo discorso – che il 27 settembre scorso ho avuto il piacere di incontrare in visita in questa struttura, insieme ad alcuni componenti della mia Giunta ed alcuni colleghi parlamentari. Abbiamo avuto modo di apprezzare l’applicazione dell’alta tecnologia e l’elevato livello delle competenze che sono presenti qui, una realtà importante per la Città di Pomezia e per l’intero  Paese. Oggi, in questa occasione, voglio sottolineare gli elementi che hanno reso celebre l’Italia nel mondo: il talento, il genio, la passione, la creatività, ci hanno fatto raggiungere posizioni di leadership in un passato non troppo remoto e, fortunatamente, anche nel presente. Siamo stati pionieri dell’informatica con Olivetti, abbiamo messo su due ruote il mondo intero con la Piaggio Vespa, ancora oggi teniamo alto il brand “Made in Italy” nel settore agro-alimentare. Non si possono raggiungere traguardi importanti senza il talento, senza incentivare e premiare quei giovani di talento che si affacciano nel mondo del lavoro e che oggi soffrono per la difficile situazione economica che il Paese sta attraversando”.

“Voglio quindi esprimere apprezzamento – ha concluso il Sindaco – a nome mio e della Città di Pomezia nei confronti del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e di IRBM SpA perchè hanno scelto, in un momento di crisi non solo economica, di premiare sei talenti. È un’occasione per ribadire che i giovani ci sono e sono pronti a fare la propria parte”.

Video del Bioeconomy Rome 2013.

Back To Top